L’Idea

Il 4 Agosto del 2014, ovvero il giorno dopo la mia avventura acquatica della 7×7 (sette traversate in sette giorni per un totale di 126 km nuotati in una settimana), parlando con il mio amico Claudio Gargaro dell’esperienza appena fatta e dei progetti futuri quasi per scherzo è uscito fuori questo progetto impossibile della Traversata a nuoto da Olbia ad Ostia.

Immediatamente un sorriso nel mio volto e Claudio che non saprei dire quanto profondamente fosse convinto della cosa mi faceva capire che si poteva fare, che nessuno aveva tentato la cosa in maniera ufficiale, che si era difficile, ma che volendo potevamo farla.

Passati dei giorni questa idea cosi folle ha cominciato a radicarsi nei miei pensieri e passando da momenti di pessimismo profondo sulle fasi organizzative veramente di difficile risoluzione ad una visione piu possibilista del progetto.

Da quel momento la Olbia-Ostia ha cominciato ad essere un fatto reale.

Dopo un iniziale coinvolgimento di Salvatore Cimmino, atleta da tempo promotore di campagne a supporto delle persone disabili, io e Claudio ci siamo trovati in sintonia e d’accordo nel continuare il progetto di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sui problemi del mondo della disabilità.
Per questo motivo Nicola Azara, campione italiano di nuoto paralimpico, farà parte del nostro team.

Impresa difficilissima sotto l’aspetto organizzativo ma la motivazione è il motore di tutto e siamo sicuri di trovare amici, aziende, associazioni, enti che possono capire  l’importanza del messaggio che andremo a vivere nuotando da Olbia fino ad Ostia.

230 km a nuoto di solidarietà con il mondo della disabilità!

Luciano Vietri